Lanuvini nel mondo NOI LANUVINI

Emanuele Grassi, Lanuvio sfida l’oceano!

Gli italiani eccellono in tante attività, nell’arte, nella moda, nell’ingegneria, nella cucina, ma quello in cui sono i numeri uno al mondo è la capacità di cogliere le sfide e di affrontarle con uno stile ed una mentalità unici al mondo.

La gara

Ed una di queste sfide è la regata Minitransat 2017, l’attraversamento cioè dell’Oceano Atlantico in solitaria, su imbarcazioni di soli sei metri e mezzo, le Mini appunto. La partenza è ogni due anni dalla Bretagna, per arrivare fino ai Caraibi, fermandosi solamente alle Canarie. E’ una di quelle competizioni veliche che spinge i partecipanti a sfidare il mare, l’avventura, i pericoli, la stanchezza e soprattutto se stessi. Solo chi ha i nervi ben saldi, la concentrazione, la preparazione fisica e la giusta dose di motivazione può affrontare una gara che ha queste caratteristiche. Si aggiunga inoltre quella componente di follia in assenza della quale ogni grande personaggio italiano non sarebbe arrivato ai posteri nel pieno della propria effettiva grandezza.

L’eroe di Lanuvio
In questa affascinante competizione, a contendersi la vittoria finale, c’è anche un lanuvino, e non di certo un lanuvino qualunque. Si chiama Emanuele Grassi, nato a Lanuvio trentasei anni fa, un uomo speciale, da sempre attivo nel mondo dello sport, dal ciclismo all’arrampicata sportiva, allo sci, fino a dedicarsi poi alla vela d’altura, la sua vera e profonda passione. Il primo novembre è partito dalle Canarie pronto a percorrere il tratto della competizione più insidioso, le 2.700 miglia dell’oceano, fino ad arrivare a Martinica, nei Caraibi. E lo immaginiamo Emanuele, in compagnia del silenzio e di qualche gabbiano curioso, spinto dal vento e dalle onde, con il volto segnato dal sole e dalla brezza del mare. Un’avventura come questa lo spingerà a superare le proprie paure, a sfidare i propri limiti, e sappiamo che anche quando le energie staranno per esaurirsi e la gara si farà dura, Emanuele saprà attingere a quella forza che ci rende inspiegabilmente più forti nel mondo, la nostra italianità, il nostro spirito di sacrificio, la nostra capacità di non arrendersi mai ma di continuare a lottare sempre.

Tutto Lanuvio e tutta l’Italia fa il tifo per Emanuele Grassi, e gli invia un sentito in bocca al lupo, anche se, visto il contesto, sarebbe meglio scomodare la balena…

Andrea Galati

Autore: Andrea Galati

Laureato in Economia e Commercio, da diciassette anni lavora nel settore finanziario, attualmente è quadro direttivo in una banca che opera nel centro Italia e ne segue gli investimenti, profondamente appassionato di cucina e amante della musica, per anni ha dedicato il suo tempo libero a riprodurre piante di ogni specie, mettendo a dimora centinaia di alberi. Progetti per il futuro: continuare a piantare alberi trasmettendo ad altri l’importanza ed il significato di questo gesto. Il suo lavoro ideale: viaggiare nel proprio meraviglioso paese, alla scoperta del cibo, del vino e delle preziose tradizioni che lo rendono il posto più bello del mondo.

Emanuele Grassi, Lanuvio sfida l’oceano! ultima modifica: 2017-11-02T22:58:14+00:00 da Andrea Galati

Commenti

To Top